Studio Ingegneria Informatica Forense

Dott. Ing. Michele Vitiello

Grande commozione ai funerali del giovane. Il parroco: ” Un giovane buono e rispettoso di tutti”

Novara –  Come cita l’articolo de “La Repubblica”,  le indagini della procura di Novara vogliono chiarire i contorni della vicenda. Alberto Pastore, in carcere con l’accusa di omicidio volontario aggravato, sarà nuovamente ascoltato venerdì dal sostituto procuratore Giovanni Castellani. Durante il primo interrogatorio, infatti, era ancora sotto choc e gli investigatori non erano riusciti a chiarire il movente dell’omicidio, che sembra da ricondursi a screzi tra i due amici a proposito dell’ex fidanzata di Pastore. Tuttavia il pm vuole anche chiarire che non ci siano altre ragioni ad aver scatenato l’omicidio ed è per questo che affiderà a un esperto la consulenza informatica sui cellulari dei due amici, per esaminare le chat che hanno preceduto la tragedia di domenica, quando un appuntamento tra i due amici “per chiarirsi” si è concluso con la morte di Yoan e lo confessione su Facebook dell’amico Alberto.

Cliccare sul link per prendere visione dell’articolo integrale:
https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/09/04/news/novara_l_addio_a_yoan_il_ragazzo_ucciso_dal_suo_migliore_amico-235158932/

Elementi correlati:

www.tgcom24.mediaset.it

 

www.lastampa.it

 

www.corriere.it

 

www.lavocedinovara.com